Acqua pubblica, in Parlamento la volontà degli italiani sta per diventare realtà

di Federica Daga e Ilaria Fontana L’affermazione secondo la quale l’acqua pubblica è sinonimo di democrazia non è mai stata più appropriata. Nelle prossime settimane abbiamo l’opportunità di realizzare a pieno questa equivalenza, tagliando il traguardo di una lunga marcia partita davvero da lontano. Gli attivisti del Movimento 5 Stelle sanno bene di cosa parliamo quando diciamo che l’acqua pubblica è la nostra prima stella. In realtà prima ancora è stata scintilla, lo sprazzo di luce nel buio che ci ha fatto intravedere la via… Continue reading

Riforma Referendum: intervista al Sole 24 Ore

Qui potete leggere l’articolo completo su Il Sole 24 Ore. Onorevole Dadone, è soddisfatta della soluzione trovata sul quorum – ossia che la proposta referendaria passa se i sì superano i no e al contempo superano il 25% dell’elettorato – o avrebbe preferito lasciare assenza di quorum come prevedeva il testo iniziale? La nostra posizione sul quorum è sempre stata quella di ritenere preferibile la sua totale abolizione, tuttavia abbiamo ritenuto importante accogliere le istanze espresse da minoranze ed esperti auditi in Commissione perché le… Continue reading

Intervista a formiche.net sul Ddl Referendum

Condivido con voi la mia intervista a Formiche.net dove ho ripercorso tutti i passi della riforma sul referendum propositivo, di cui sono relatrice. “Al di là del voto, vorrei che uscisse dal Parlamento il testo di una buon riforma, figlia della collaborazione di tutti”. Se ne parla da giorni, anzi da settimane, la riforma costituzionale del ministro Riccardo Fraccaro è oggetto di discussione perché, come è stato osservato da costituzionalisti e addetti ai lavori, tocca un tema estremamente delicato: le prerogative del Parlamento in ambito… Continue reading

Riforme: sì al quorum al 25% per i referendum

Riforme: sì al quorum al 25% per i referendum.Ho appena dato parere favorevole a una serie di emendamenti delle…

Pubblicato da Fabiana Dadone su Mercoledì 9 gennaio 2019

Nelle settimane precedenti alla pausa natilizia si svolta in Commissione una ricca e approfondita analisi delle proposte di legge costituzionali (AC 726 e 1173) di cui sono relatrice di maggioranza, che recano modifiche all’art.71 della Costituzione introducendo il referendum propositivo e l’iniziativa popolare rafforzata. Nella giornata odierna è iniziato il passaggio cruciale della discussione degli emendamenti al testo base. Resto fermamente convinta che, quando i cittadini sono chiamati a partecipare direttamente nel processo legislativo attraverso gli strumenti di democrazia diretta, la mancanza di un quorum… Continue reading

Referendum propositivo: nostra riforma apprezzata da esperti

Sono iniziate oggi, dalle 15, e proseguiranno per tutta la settimana in commissione Affari Costituzionali alla Camera…

Pubblicato da Fabiana Dadone su Lunedì 3 dicembre 2018

Siamo molto soddisfatti dell’apprezzamento che esperti e costituzionalisti stanno esprimendo in merito alla proposta di legge per introdurre in Costituzione il referendum propositivo. In particolare, per il presidente emerito della Corte costituzionale Valerio Onida il metodo che stiamo utilizzando è quello giusto, perchè si tratta di proposte di legge costituzionale su un aspetto puntuale di modifica della Costituzione, non nell’ambito di una generica grande riforma della Carta. Il nostro lavoro ha come unico scopo quello di dare più potere ai cittadini, rafforzando lo strumento della… Continue reading

Al via iter legge acqua pubblica, il più bel dono a S.Francesco

Ieri la Camera ha approvato la dichiarazione di urgenza per il progetto di legge sulla gestione dell’acqua…

Pubblicato da Fabiana Dadone su Mercoledì 3 ottobre 2018

Per sette anni l’acqua pubblica è stata volontà popolare dimenticata e tradita dal Pd. Grazie al M5s oggi la legge sull’acqua pubblica inizia il suo cammino in Parlamento. Questo è il più bel regalo a San Francesco patrono d’Italia nel giorno della sua celebrazione. L’acqua tra l’altro è proprio una delle 5 stelle del Movimento, nato il 4 ottobre 2009.Oggi, infatti, è anche il nono compleanno del Movimento. Auguri a tutti noi! Martedì la Camera, con 278 voti a favore, 89 voti contrari (Forza Italia)… Continue reading

L’acqua pubblica sta arrivando!

In  questi giorni alla Camera inizierà la discussione della proposta di legge del Movimento 5 Stelle sull’acqua pubblica: una bellissima notizia che ci riguarda tutti! L’acqua è un bene comune e un diritto di tutti inalienabile. Il MoVimento 5 stelle lo afferma con forza sin dalla sua nascita, non a caso l’acqua pubblica è la prima delle nostre 5 Stelle. E se l’accesso all’acqua è un diritto di tutti i cittadini, garantirlo è un dovere di qualsiasi Stato. Su questo il contratto di governo parla… Continue reading

L’acqua pubblica sta arrivando!

In  questi giorni alla Camera inizierà la discussione della proposta di legge del Movimento 5 Stelle sull’acqua pubblica: una bellissima notizia che ci riguarda tutti! L’acqua è un bene comune e un diritto di tutti inalienabile. Il MoVimento 5 stelle lo afferma con forza sin dalla sua nascita, non a caso l’acqua pubblica è la prima delle nostre 5 Stelle. E se l’accesso all’acqua è un diritto di tutti i cittadini, garantirlo è un dovere di qualsiasi Stato. Su questo il contratto di governo parla… Continue reading

LA STRANA IDEA DI CONFRONTO CHE HA CONFINDUSTRIA CUNEO

Oggi si é tenuto a Cuneo un “confronto pubblico sul servizio idrico in provincia di Cuneo” organizzato da Confindustria presso la sua sede di Corso Dante. Invitati ad esprimere la propria posizione sul tema i parlamentari ed europarlamentari cuneesi. Presenti i neoeletti in Parlamento, onorevoli Perosino e Ciaburro (in rappresentanza anche dell’On. Crosetto) del centrodestra, i riconfermati onorevoli Gribaudo e Taricco, per il PD, e l’europarlamentare Cirio, sempre per il centrodestra. Gli onorevoli Bergesio e Gastaldi della Lega hanno inviato per iscritoo la loro posizione,… Continue reading

Il Pd ha buttato 12 milioni di euro per perdere il referendum

9 milioni di deficit per le spese della campagna referendaria… In cassa sono rimasti gli spiccioli: 1 milione e 721.470 euro a fronte dei 9 milioni 826.773 euro di fine 2015. Il deficit è una matassa di 9 milioni e 465.745 euro. E pensare che il 2015 si era chiuso in attivo con quasi 730 mila euro (728.492 per la precisione). Il referendum costituzionale ha portato il Pd al disastro finanziario: solo per la campagna per il voto del 4 dicembre il Pd ha speso… Continue reading