PRGC a Bra: le considerazioni di Italia Nostra sono ben fondate

PRGC a Bra: le considerazioni di Italia Nostra sono ben fondate

palazzo Garrone

 

Il ricorso alla variante del PRGC da poco approvata ha certamente motivazioni ben fondate e le difese da parte del Sindaco sono risibili.

Fondate sono infatti le affermazioni sulla scarsa volontà di trasparenza. Le commissioni infatti non sono pubbliche a Bra, e ricordiamo che le nostre proposte di renderle pubbliche sono state respinte dalla maggioranza e anche dalla minoranza.  Per quanto riguarda la pubblicità degli atti della variante, questa è dovuta alla nostra persistente richiesta, che solo dopo mesi è stata soddisfatta.

Le pubblicazioni relative agli elaborati approvati poi è stata incompleta, su osservazione nostra e di Italia Nostra, è stata ripubblicata, con alcune correzioni delle mancanze segnalate, ma in modo da creare disorientamento e confusione per chi volesse leggere gli atti e presentare delle osservazioni. Insomma, se trasparenza c’è stata, non è dovuta alla volontà dell’amministrazione, ma alla nostra e a quella di Italia Nostra.

Sui contenuti della variante abbiamo già scritto molto e presentato numerose osservazioni contrarie, Continue reading

Domande rivolte ai cittadini di Bra per affrontare il problema PL in modo razionale.

Alcune domande tratte da un post dell’amico Gianni Rinaudo  Continue reading

Interrogazione di M5s al ministro Lupi sul casello fossanese di Tagliata

Tratto da LA STAMPA prov. CUNEO

Presentata dalla deputata monregalese Fabiana Dadone

Fabiana Dadone, deputata del M5s

“Il nuovo casello di Fossano in frazione Tagliata non rischia di essere, oltre che dannoso, inutile?”.

Continue reading

Movicentro: lo scambio non sarà utile a Bra

 Nelle ultime settimane c’è stata molto attività da parte della Giunta in carica sul Movicentro, un edificio terminato ormai sette anni fa e ancora in cerca di un suo utilizzo: lo scopo originario era quello di diventare un punto intermodale tra trasporto ferroviario e su gomma. Continue reading

Continua la raccolta firme contro la nuova costruzione di Piazza Spreitenbach

firme

Due importanti conferenze stampa Mercoled’ 12 Marzo e Venerdi’ 14 Marzo

Comunicazioni dell’Amministrazione comunale di Bra in merito al ricorso straordinario al Capo dello Stato presentato da associazioni cittadine a proposito delle edificazioni in piazza Carlo Alberto, saranno illustrate alla stampa nell’ambito di una conferenza in programma il giorno

Continue reading

RACCOLTA FIRME PER DIRE NO ALLA NUOVA COSTRUZIONE DI PIAZZA SPREITENBACH

 http://firmiamo.it/no-alla-nuova-costruzione-in-piazza-spreitenbach-a-bra

TESTO TRATTO DALLA DELIBERA N. 11 DEL 21 GENNAIO 2014
“…A seguito della demolizione del “Mercato Coperto” la piazza viene utilizzata per varie
manifestazioni quali “Sport in Piazza”, mercato settimanale, manifestazioni fieristiche (Cheese),
sbandieratori e si ritiene utile avere uno spazio di ricovero per materiali e attrezzature con annesso
bagno pubblico; Inoltre in città potrebbe essere utile avere un’ulteriore sala per uso polifunzionale utilizzabileda associazioni varie facilmente raggiungibile e con facile parcheggio; A tal proposito l’Amministrazione Comunale intende costruire in Piazza Spreitenbach un fabbricato a basso impatto ambientale da adibire a centro polivalente a servizio del Comitato Frazione Fey, in quanto a seguito della demolizione del “Mercato Coperto” il Comitato è risultato sprovvisto di tale sede;….”
IL COMUNE HA DECISO DI SPENDERE 250.000 €
PER QUESTA INUTILE COSTRUZIONE. SI RISCHIA COSI’ DI PRIVARE LA CITTA’ DI SERVIZI ESSENZIALI. INOLTRE SI AUMENTA LA QUANTITA’ DI CEMENTO PRESENTE A SCAPITO DEL POCO VERDE RIMASTO. PER REALIZZARE QUESTA STRUTTURA E’ INFATTI NECESSARIO RINUNCIARE AD UNA PARTE DELLA COLLINA DEI GIARDINI DELLA ROCCA
CHE DOVREBBE VENIRE MAGGIORMENTE VALORIZZATA E NON DETURPATA!!
UTILIZZIAMO QUESTI SOLDI PER IL LAVORO E LA FAMIGLIA!!!!

https://www.facebook.com/pages/Comitato-contro-il-fabbricato-in-piazza-Spreitenbach-a-BRA-Cn/282337605255315

Articolo su La Stampa del 28 febbraio 2014 sul casello di Fossano-Tagliata

lastampa

“No ad altra inutile devastazione di suolo, No casello autostrad. di Tagliata-Fossano Cn” aggiornamento sottoscrittori.

No ad altra inutile devastazione di suolo

No al casello autostradale  di Tagliata di Fossano – Cn

I firmatari del presente comunicato, fondatori ed esponenti del movimento Stop al Consumo di territorio, (http://www.stopalconsumoditerritorio.it)  coinvolti nella questione “casello autostradale di Tagliata” da diversi cittadini fossanesi, dagli abitanti e dagli  agricoltori della Frazione di  Tagliata (cfr. allegati)  ritengono che  allo stato dei fatti l’opera(http://www.lafedelta.it/_upimmagini/pdf/2013-12-10.pdf )  sia superflua in termini viabilistici  oltre che  impattante  paesaggisticamente che  per il notevole consumo di suolo (diversi ettari verrebbero cementificati!!!).

Continue reading

Casello di Tagliata, Fossano. I movimenti per l’ambiente e i cittadini non lo vogliono

Che senso ha fare 3 caselli in 14 km di autostrada? È quello che si chiede il movimento Stop al Consumo di Territorio dell’area fossanese e saviglianese, movimento che si è espresso contro il progetto di costruzione, voluto fin dal 2004, del casello autostradale in frazione Tagliata, Fossano. Infatti le associazioni ambientaliste della provincia di Cuneo, e non solo, avevano auspicato l’utilizzo della circonvallazione di Fossano già esistente quale importante tratta del naturale percorso super-stradale Cuneo-Asti: «È bene ricordare – fa sapere Stop al Consumo di Territorio – che la medesima città da decenni ha già un suo accesso alla Torino-Savona in località Buretto, che dista circa 6 km dal centro cittadino. Inoltre i fossanesi possono accedere sempre alla Torino-Savona, o anche alla Asti-Cuneo direzione Alba-Asti, tramite l’ex casello di Marene oggi accessibile in prossimità della Frazione Bricco di Cherasco». Per questo l’opera è giudicata inutile e impattante dagli ambientalisti. «Inoltre, quanto prima, i Fossanesi, in direzione Torino, potranno usufruire del nuovo casello di Carmagnola attualmente in costruzione. Questo nuovo casello autostradale, lo vogliamo rimarcare, si realizza utilizzando un nuovo e spropositato consumo di suolo agricolo».

Continue reading