Lavoro e sviluppo

stemma

CITTÀ DI BRA

ELEZIONI COMUNALI 2014

Lista civica Movimento 5 Stelle Bra

logo

Acquisti e forniture municipali a km zero: privilegiare gli acquisti presso aziende locali. Fornire alle aziende locali gli strumenti informativi, che possono permettere alle stesse di intraprendere le azioni necessarie per la partecipazione ai bandi per l’assegnazione degli appalti pubblici.

Favorire riconversione delle imprese a ESCO: stimolare la riconversione delle competenze delle imprese locali, con la programmazione degli interventi di messa in efficienza energetica per gli edifici pubblici .

Sportello comunale per il lavoro: lo sportello si occuperà, da un lato, di costituire un punto di riferimento unico per la ricerca di lavoro locale e non, evitando la dispersione delle reti di offerta, e dall’altro dovrà sostenere l’incontro tra le imprese e chi cerca lavoro.

Creazione di un “incubatore d’imprese”: a supporto di iniziative imprenditoriali ad alto contenuto innovativo, attraverso la nascita di un polo di formazione e sostegno per le aziende, costituito da una rete di collaborazione con gli istituti di Scuola Media Superiore e le Università. I prototipi di impresa potranno poi essere sviluppati tramite processi di finanziamento diffuso (“crowd-founding”), accesso ai fondi europei, accesso al credito agevolato e a un fondo di garanzia appositamente istituito tramite gli istituti di credito locali.

Accesso al microcredito: fornire gli strumenti per accedere al finanziamento proveniente dal fondo di garanzia costituito dal Ministero dello Sviluppo Economico (alimentato anche dalle rimesse dei parlamentari del Movimento 5 Stelle).

Fondazione “Banca dei cittadini”: istituzione di una fondazione a partecipazione totalitaria del comune, con lo scopo di costituire un fondo rotativo, con donazioni pubbliche e private. Sarà possibile impiegare il predetto fondo con due modalità e tipologie distinte di beneficiari: il primo, di solidarietà sociale (70% del fondo), sarà destinato a famiglie e singoli cittadini, mentre il secondo, per lo sviluppo economico (30% del fondo) sarà rivolto a piccole imprese artigiane e commerciali. Il fondo rotativo è uno strumento finanziario che permette di beneficiare di un sostegno economico per affrontare momentanee difficoltà. Peculiarità del fondo rotativo è la sua ricostruzione, attraverso la restituzione delle somme erogate sotto forma di prestito d’onore. La restituzione del prestito senza alcun interesse, sancita da un “Patto Fiduciario tra la Fondazione e il Richiedente”, è condizione necessaria per garantire ad altri soggetti di usufruire dello stesso beneficio in seguito.

Aiuto alle microimprese: utilizzare gli edifici comunali disponibili a locazione agevolata, per favorire progetti di “co-working” per micro imprese, professionisti e sperimentazione del telelavoro.

Agevolazioni alle assunzioni: prevedere sgravi fiscali sulle imposte comunali per le imprese locali che assumono persone fisiche che usufruiscono di aiuti economici da parte dei servizi sociali, in modo che lo sgravio sia compensato dalla mancata spesa per l’assistenza sociale.

Indice programma