Variante di Demonte: l’Assessore Balocco rema contro? Questo Governo in 6 mesi ha fatto più di ogni altro

Variante di Demonte: tempi rispettati per aprire il cantiere di un’opera attesa a lungo. Tutti i soggetti coinvolti stanno facendo la propria parte. Stupisce quindi la recente uscita dell’assessore regionale ai trasporti, Balocco, circa la lunga attesa per l’esito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) in corso al Ministero dell’Ambiente.

Ci permettiamo di far notare che la VIA è stata avviata solo con l’attuale governo, prima invece il progetto era arenato ai semplici annunci di Balocco.

Dal 14 giugno di quest’anno sono partiti i tempi della procedura, per osservazioni (la Regione le ha espresse ad agosto), prescrizioni ed adeguamenti progettuali. Tempi tecnici giunti a compimento a metà novembre. A quanto ci risulta anche le prescrizioni del Ministero per i Beni Culturali, citate come motivo di un ritardo che non c’é, sono debitamente arrivate all’ANAS, responsabile del progetto dell’opera che sta predisponendo i necessari adeguamenti.

L’obiettivo é ovviamente quello di riuscire a cogliere l’appuntamento con la conferenza dei servizi indetta dalla Regione per il prossimo 6 dicembre per concludere la procedura. Va ricordato che l’opera era già inserita nel piano investimenti 2007/2011 e poi nel Contratto di programma del 2014 tra ANAS e Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, per cui si sarebbe potuta avviare parecchio tempo fa. Ci pare quindi che l’attuale Governo in 6 mesi abbia fatto decisamente più di tutti i governi precedenti e non può che stupirci l’atteggiamento negativo dell’assessore regionale Balocco.

Come sempre, sarà nostra cura continuare a vigilare affinché l’opera sia portata avanti nel rispetto del regole e con la massima attenzione alla tempestività.

 

Mauro Campo, Consigliere regionale M5S Piemonte

Fabiana Dadone, deputato M5S

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi