La rivoluzione culturale continua!

Ho qualcosa da dirvi…

Roberto Fico, l'anima del Movimento, Presidente della Camera. Mi sembra un sogno, la verità è che l'impegno paga sempre e, come diceva Gianroberto, non si può sconfiggere chi non si arrende mai. Non ci siamo mai arresi, più ci attaccavano e più trovavamo forza. Io ho fatto parte di tutto questo e ne farò parte per sempre. Mi inorgoglisce aver dato un contributo a questa rivoluzione culturale che ha permesso ad un cittadino normale, meravigliosamente normale, come Roberto, di diventare la terza carica dello Stato.Per le frattaglie radical chic o per gli pseudo-intellettuali che guardano il mondo da qualche super-attico tutto questo è scandaloso. Più o meno queste sono le loro parole: “vi rendete conto, un ragazzo che ha lavorato nei call-center Presidente della Camera”. Io uso le loro stesse parole ma con un tono diverso: “vi rendete conto, un ragazzo che ha lavorato nei call-center Presidente della Camera”. Per me tutto questo è meraviglioso.Mi mancherà tanto la “politica in primissima linea”. Gli ultimi 5 anni della mia vita, i più intensi, li ho passati così, in primissima linea. Non è stata semplice la scelta che ho preso, ma l'ho presa seguendo la mia indole, le mie aspirazioni, i miei desideri ed un vento che quando arriva arriva. E' come un richiamo e non lo posso ignorare, non riesco ad ignorarlo.Dovete essere felici per me. Vado a fare quel che ho sempre sognato di fare: scrivere e viaggiare con la mia famiglia. Il 1 giugno partiremo direzione San Francisco, io, Sahra, e Andrea, zaino e passeggino in spalla. Da giugno a dicembre pubblicherò alcune cose con Il Fatto Quotidiano e con la web TV Loft. Scriverò, studierò, girerò reportage video insieme a Sahra e per sei mesi avremo qualche compagno di viaggio: il Pacifico, la polvere d'America e l'assoluta libertà.Dopo la California sarà la volta del Messico, poi il Guatemala dove ho lasciato un pezzo di cuore e poi si vedrà, sarà l'alba a fare il programma. Dovete capirmi, io sono curioso, una vita non mi basta, voglio andare dovunque, se esistessero Macondo e Giancaldo vorrei andare anche lì…😉Ci sono fenomeni da approfondire, popolazioni da conoscere, idee da raccontare, c'è tanta vita, anche al di fuori del Parlamento, quel Parlamento che ho provato ad onorare con il massimo impegno ma che, per lo meno per adesso, mi va decisamente stretto.Il nostro viaggio ve lo racconteremo passo dopo passo, resteremo in contatto, ci scriveremo, vi chiederò dritte, agganci, consigli e chissà, qualcuno di voi potrà anche venire a trovarci.Ovviamente torneremo, sicuramente per il prossimo Natale, poi si vedrà, la vita, grazia a Dio, ha più fantasia di noi. Un abbraccio enorme e grazie per il vostro incredibile sostegno!

Pubblicato da Alessandro Di Battista su lunedì 26 marzo 2018

di Alessandro Di Battista

Roberto Fico, l’anima del Movimento, Presidente della Camera. Mi sembra un sogno, la verità è che l’impegno paga sempre e, come diceva Gianroberto, non si può sconfiggere chi non si arrende mai. Non ci siamo mai arresi, più ci attaccavano e più trovavamo forza. Io ho fatto parte di tutto questo e ne farò parte per sempre. Mi inorgoglisce aver dato un contributo a questa rivoluzione culturale che ha permesso ad un cittadino normale, meravigliosamente normale, come Roberto, di diventare la terza carica dello Stato.

Per le frattaglie radical chic o per gli pseudo-intellettuali che guardano il mondo da qualche super-attico tutto questo è scandaloso. Più o meno queste sono le loro parole: “vi rendete conto, un ragazzo che ha lavorato nei call-center Presidente della Camera”. Io uso le loro stesse parole ma con un tono diverso: “vi rendete conto, un ragazzo che ha lavorato nei call-center Presidente della Camera”. Per me tutto questo è meraviglioso.

Mi mancherà tanto la “politica in primissima linea”. Gli ultimi 5 anni della mia vita, i più intensi, li ho passati così, in primissima linea. Non è stata semplice la scelta che ho preso, ma l’ho presa seguendo la mia indole, le mie aspirazioni, i miei desideri ed un vento che quando arriva arriva. E’ come un richiamo e non lo posso ignorare, non riesco ad ignorarlo.

Dovete essere felici per me. Vado a fare quel che ho sempre sognato di fare: scrivere e viaggiare con la mia famiglia. Il 1 giugno partiremo direzione San Francisco, io, Sahra, e Andrea, zaino e passeggino in spalla. Da giugno a dicembre pubblicherò alcune cose con Il Fatto Quotidiano e con la web TV Loft. Scriverò, studierò, girerò reportage video insieme a Sahra e per sei mesi avremo qualche compagno di viaggio: il Pacifico, la polvere d’America e l’assoluta libertà.

Dopo la California sarà la volta del Messico, poi il Guatemala dove ho lasciato un pezzo di cuore e poi si vedrà, sarà l’alba a fare il programma. Dovete capirmi, io sono curioso, una vita non mi basta, voglio andare dovunque, se esistessero Macondo e Giancaldo vorrei andare anche lì…😉

Ci sono fenomeni da approfondire, popolazioni da conoscere, idee da raccontare, c’è tanta vita, anche al di fuori del Parlamento, quel Parlamento che ho provato ad onorare con il massimo impegno ma che, per lo meno per adesso, mi va decisamente stretto.

Il nostro viaggio ve lo racconteremo passo dopo passo, resteremo in contatto, ci scriveremo, vi chiederò dritte, agganci, consigli e chissà, qualcuno di voi potrà anche venire a trovarci.

Ovviamente torneremo, sicuramente per il prossimo Natale, poi si vedrà, la vita, grazia a Dio, ha più fantasia di noi. Un abbraccio enorme e grazie per il vostro incredibile sostegno!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi