Trasparenza, onestà e partecipazione

stemma

CITTÀ DI BRA

ELEZIONI COMUNALI 2014

Lista civica Movimento 5 Stelle Bra

logo

 

Rendiconto: delle spese sostenute da tutti gli amministratori comunali per l’incarico pubblico ricoperto; in modo continuo e di facile accesso sul portale del Comune.

Rendiconto sull’attività amministrativa svolta: in modo continuo e di facile accesso sul portale del Comune; a cadenza semestrale con assemblee pubbliche.

Selezione degli assessori: aprire la scelta degli assessori anche alla valutazione delle competenze professionali al di fuori della mera appartenenza politica, attraverso un percorso di selezione per curriculum vitae.

Bilanci comunali trasparenti: attraverso documenti riepilogativi chiari e comprensibili anche per i “non addetti ai lavori”.

Bilancio comunale partecipato: far partecipare i cittadini, partendo dai comitati di quartiere, alla formazione e alla destinazione di parti di bilancio. Realizzazione di un programma di formazione per rendere leggibile a tutti il bilancio del comune e comprenderne i meccanismi principali. Per spese e opere rilevanti dal punto di vista economico e/o ambientale, impegno di consultazione preventiva della cittadinanza.

Pubblicazione di tutti i progetti e delle azioni da intraprendere: in rete e in visione presso il Municipio, aperte al contributo dei cittadini prima della loro definizione e approvazione.

Ricerche semplificate degli atti comunali: messa a disposizione di un motore di ricerca sul portale del comune per fornire uno strumento rapido e efficiente di consultazione di ogni atto dell’amministrazione comunale.

Trasparenza: trasmissione in diretta e disponibilità della registrazione video/audio dei lavori non solo del consiglio comunale, ma anche delle commissioni, lasciando comunque al pubblico la possibilità di registrare e trasmettere le proprie riprese per il consiglio comunale.

Modifica e potenziamento dell’Ufficio per le relazioni con il pubblico (URP): dovrà diventare uno sportello di riferimento unico per tutti i tipi di informazioni di cui necessita il cittadino. L’accesso allo sportello potrà avvenire per contatto personale, telefono, fax e informatico e il cittadino potrà verificare sul sito lo stato di avanzamento della sua richiesta, che dovrà essere esaudita in tempi certi.

Introduzione della cittadinanza digitale: per ridurre l’impegno burocratico dell’amministrazione, permettendone l’uso certificato per scaricare documentazione, inviare richieste, partecipare a consultazioni e referendum.

Introduzione di referendum abrogativi e deliberativi senza quorum: tramite la modifica dello statuto comunale, si vogliono creare dei meccanismi di partecipazione diretta della cittadinanza all’amministrazione, sul modello del sistema federale svizzero, e con l’uso sistematico del mezzo informatico per abbattere i costi delle consultazioni.

Obbligo di discussione delle proposte di iniziativa popolare: tramite la modifica dello statuto comunale, introduzione di un vincolo temporale massimo (60 giorni) per la discussione in consiglio comunale delle proposte di iniziativa popolare

Partecipazione dei residenti stranieri senza diritto di voto: attraverso le attività dei comitati di quartiere, o altre forme da individuare in accordo con la comunità, agevolando la creazione di organismi consultivi eletti da stranieri residenti.

Vietare qualunque situazione di conflitto di interessi: il ruolo di amministratore e dirigente non deve essere compatibile con incarichi di consulenza per il comune; incompatibili anche gli incarichi di amministrazione e dirigenza del Comune con la proprietà diretta o indiretta (ad es. attraverso il nucleo familiare) di aziende rilevanti per numero di dipendenti o giro d’affari, che sono insediate o operino nel territorio comunale.

Indice programma